LA MIA FAMIGLIA MANGIA GREEN

La mia famiglia mangia green non poteva uscire in momento migliore, almeno per me, essendo diventata mamma da poco e dovendo affrontare il momento dello svezzamento. Le domande che mi frullano in mente sono tantissime e non sempre è facile destreggiarsi. Ogni genitore, veg e non, ha una grande responsabilità, in quanto siamo noi a nutrire i nostri figli per almeno i primi diciotto anni della loro vita… e ciò che scegliamo di mettere nel loro piatto ogni giorno può fare una grande differenza sulla loro salute presente e futura.

Quindi, vale la pena dedicare qualche ora a informarsi, non trovate?

Oggi allora vi parlo di questo libro da poco uscito nelle librerie e già in ristampa, edito da Sonda: La mia famiglia mangia green.

Si tratta di un manuale davvero completo di tutto ciò che c’è da sapere sull’alimentazione da 0 a 18 anni e più, e scorre che è un piacere, perché raccontato con uno stile ironico e mai pesante.

Silvia Goggi, per chi ancora non la conoscesse, è una professionista con un’elevato livello di competenza (laureata in medicina e chirurgia, si è specializzata con lode in Scienze dell’Alimentazione), ma è anche una mamma dolcissima che ha cresciuto due bimbi seguendo questo tipo di alimentazione. Inoltre, negli ultimi mesi ho avuto modo di ‘conoscerla’ attraverso i social, e sono rimasta molto colpita dal suo approccio gentile, che sento molto vicino.

Leggendo La mia famiglia mangia green si possono imparare le basi di una sana alimentazione, e allo stesso tempo viene sfatato il mito secondo cui l’alternativa sana a un medaglione di prosciutto cotto confezionato sia una brodaglia insapore o qualcosa di lungo da preparare!

Nel primo capitolo di La mia famiglia mangia green la dottoressa Goggi spiega con chiarezza dove si trovano i nutrienti fondamentali, e quali sono quelli migliori da cui ricavare l’energia. In queste pagine si parla dunque di carboidrati, proteine, grassi e viene affrontata la questione degli zuccheri semplici (tra cui zucchero di canna, di fiori di cocco, vari tipi di sciroppo e di malto), che devo dire ho trovato particolarmente interessante da approfondire. Inoltre, la dottoressa risponde una volta per tutte (si spera!) alla domanda sui fitoestrogeni della soia e al luogo comune secondo cui i fitoestrogeni della soia funzionerebbero come ormoni sessuali nell’organismo umano…

Dopo aver chiarito i vari nutrienti essenziali e il loro ruolo, è il momento di andare a fare la spesa.
La dottoressa spiega dunque come fare la spesa e quali ingredienti scegliere per riuscire a preparare dei pasti veloci e completi.
Come può un pasto completo essere preparato velocemente? Molto dipende dalla scelta degli ingredienti, e dalla pianificazione di un menù settimanale. Oltre a risparmiare tempo, in questo modo è possibile risparmiare anche denaro…

Nella sezione dedicata alla pianificazione dei pasti, una particolare attenzione è dedicata allo svezzamento, che va dai 6 ai 12 mesi; per le età successive, ci sono due esempi di menù settimanale, dalla colazione alla cena, divisi a seconda delle stagioni.

Uno degli aspetti che più ho apprezzato di questi menù è che non solo sono pensati da una nutrizionista, ma anche da una mamma che sa che quando i bambini sono piccoli il tempo per cucinare è davvero risicato, mentre quando saranno adolescenti e passeranno le loro giornate chiusi in camera, sarà più semplice dedicarsi a spignattare…

Veniamo ora alle ricette, molte delle quali accompagnate da bellissime foto presenti nell’inserto centrale a colori:
– linguine di farro con crema di peperoni arrosto, anacardi e fagioli rossi;
– sorgotto alla zucca con lenticchie rosse e timo;
– polpette di tofu, spinaci, noci e pomodorini secchi;
– risotto alle pere con pesto di foglie di sedano;
– gnocchi d tofu e carciofi al pesto di spinaci novelli e basilico;
– polpette di broccolo romanesco al forno;
– risotto ai piselli profumato al limone

Queste sono solo un piccolo assaggio… non so voi, ma a me è venuta l’acquolina solo a sfogliarle!

Dopo la parte corposa dedicata alle ricette e ai vari menù settimanali bilanciati, ho particolarmente apprezzato la sezione dedicata ad approfondire le altre motivazioni per scegliere un’alimentazione green.

In particolare, la dottoressa Silvia Goggi spiega in modo chiaro ed esaustivo perché l’eccessivo consumo di prodotti animali sia la causa principale di:

– perdita della biodiversità;
– acidificazione degli oceani;
– cambiamento climatico;
– deforestazione;
– antibiotico-resistenza;
– scarsità di acqua potabile in alcune zone del Pianeta;
– non equa distribuzione delle risorse.

Scegliere cosa mettere nel piatto è l’azione più semplice che il singolo  possa intraprendere, nonché la più impattante. Cambiare il mondo tre o più volte al giorno è ancora più piacevole, poi, se le ricette sono golose come quelle di La mia famiglia mangia green 🙂

Avete già ordinato questo manuale? Quali ricette avete provato?

Lascia un commento