• Home
  • /
  • RICETTE
  • /
  • CRUMBLE ALLE FRAGOLE (VEGAN E SENZA GLUTINE)

CRUMBLE ALLE FRAGOLE (VEGAN E SENZA GLUTINE)

Cari aficionados, come state?
Maggio è volato e sono successe tante cose, soprattutto fuori dai social, ma sono riuscita anche a pubblicare due post e mandare due newsletter qui nella blogosfera, nonostante la baraonda di impegni, e sento di potermi dare una pacca sulla spalla 🙂
Insomma, c’è stato il trasloco della Mutter che ha lasciato Milano per venire a vivere più vicina, ho lavorato con passione ad alcuni progetti che condividerò qui a breve, insieme al mio amor abbiamo girovagato tra un’aula di tribunale e l’altra per preparare dei documenti importanti per la Cina, è iniziata la stagione dei ghiaccioli autoprodotti, ma ho anche sfornato millemila torte, come il crumble alle fragole (vegan e senza glutine) di cui a breve vi lascio la ricetta, e poi ho finito di leggere un libro bellissimo e scoperto un luogo magico, dove ho trascorso una giornata rigenerante in compagnia del mio amor e alcuni amici, culminata con un pic nic che avrebbe fatto impallidire un matrimonio calabrese… non so cosa ci riserverà giugno, ma intanto ho segnato in agenda di guardare questo documentario e poi leggere questo libro, visitare il nuovo negozio che Lush ha aperto a Milano, completamente ‘zero waste’, trascorrere qualche giorno a Torino e festeggiare il mio compleanno… non so se ce la farò a mantenere tutti i buoni propositi, ma una cosa la so di certo: finché continuerà questo tempo uggioso continuerò a sfornare crumble alle fragole.

Pronti con la ricetta? In realtà l’ho già pubblicata qui sul blog, ma in un’altra versione.

CRUMBLE ALLE FRAGOLE (VEGAN E SENZA GLUTINE)
(per una tortiera da 20 cm di diametro)

– 160 g di fiocchi di avena;
– 120 g di farina di riso;
– 70 g di mandorle;
– 12 cucchiai di olio di semi di girasole;
– 10 cucchiai di sciroppo di riso (o agave);
– 1 pizzico di cannella;
– 250 g di fragole

In un frullatore ho frullato insieme le mandorle e i fiocchi di avena fino a ridurli in farina. Ho versato la farina così ottenuta in una ciotola e poi aggiunto la farina di riso e la cannella in polvere. Vi starete chiedendo se si può usare la farina di avena al posto dei fiocchi, o la farina di mandorle al posto delle mandorle… dunque, ovviamente sì, ma dovrete cambiare il rapporto farine/parte liquida, aggiungendo più farina o togliendo parte liquida.

Agli ingredienti secchi ho quindi aggiunto quelli liquidi (olio e sciroppo di riso), finché si è formato un impasto piuttosto solido, con la consistenza briciolosa tipo frolla.

In una tortiera a cerchio apribile, ho steso la base aiutandomi con le mani, mantenendo uno spessore di circa 1/2 cm. Ho pressato con i polpastrelli, finché la base è risultata omogenea, poi ho bucherellato leggermente il fondo con la punta di una forchetta. Questo impasto non si stende con il mattarello, è un impasto che va steso con le mani, ma vedrete che poi da cotto sta bene insieme, e senza risultare un mattone, anzi, verrà burroso al punto giusto.

Ho tagliato a fettine le fragole e le ho stese sulla base della torta.

Infine, ho cosparso lo strato di fragole con l’impasto avanzato, sbriciolandolo il più possibile per ottenere l’effetto tipico dei crumble (molto simile alla sbrisolona nostra). Ho aggiunto anche delle mandorle tagliate a lamelle, per aumentare l’effetto ‘croccante’.

Ho messo in forno, già caldo, a 200° per 20 minuti.

Ho lasciato raffreddare nel forno.

Il CRUMBLE ALLE FRAGOLE (VEGAN E SENZA GLUTINE) si conserva in frigorifero 3-4 giorni. Volendo potete servirlo con una pallina di gelato vegetale alla vaniglia, oppure guarnirlo con burro di noccioline o nocciolata vegan… tanto alla prova costume c’è sempre tempo, no?!

4 Comments

  • Angela

    28 agosto 2018 at 10:39

    Ho comprato il libro:Avena_la regina dei cereali di Kathy Hester…..dove definisce l avena :naturalmente priva di glutine…..ma potrebbe essere contaminata durante il confezionamento…..ha me risulta che l avena è un cereale col glutine….gradirei un chiarimento…grazie

    Rispondi
    • La BalenaVolante

      28 agosto 2018 at 12:51

      Buongiorno Angela,
      l’avena è un cereale senza glutine, ma spesso viene lavorata in stabilimenti dove si utilizzano anche cereali con glutine, e pertanto viene contaminata. Per questo motivo, per essere sicura che si tratti di avena senza glutine, è bene acquistare farina e fiocchi di avena che riportino sulla confezione il marchio ufficiale con la spiga barrata che indica che il prodotto è stato sottoposto a controlli ed è pertanto privo di glutine e adatto a chi è celiaco.

      Se avesse altri dubbi La invito eventualmente a contattare direttamente l’editore o l’autrice del libro, che sapranno senz’altro spiegarle meglio!

      Un caro saluto

      Lucia

      Rispondi

Lascia un commento