Cose da salvare in caso di incendio

Cari aficionados, come state?
Tempo fa in un post avevo promesso una recensione approfondita del libro di Carla Leni, Comfort food vegetale. Alle prese con l’ennesimo trasloco in programma, mi sono trovata a sfogliarlo e pensare che sarebbe tra le cose preziose che salverei in caso d’incendio. Oltre ai gatti, Medora, le piante… 9 traslochi in poco più di 5 anni mi hanno dato la dimensione di ciò che davvero è essenziale, portandomi a viaggiare sempre più leggera. Il libro di Carla senza dubbio lo porto con me, tra i miei ricettari di cucina del cuore!

Ora se vi va vi racconto perchè! E non c’è modo migliore per farlo che sfogliare insieme il libro. Intanto una doverosa premessa. Il curatore di questa collana vegan edita da EIFIS è nientepopo’ di meno che… Manuel Marcuccio! Il mitico Uno Cookbook! Mica uno che passava di lì 🙂
Partiamo dalla prima impressione. La scelta della carta mi è piaciuta subito moltissimo, come anche per gli altri libri della collana (per es. quelli dello stesso Uno, di cui avevo parlato qui). Forse per alcuni sarà un dettaglio trascurabile, ma non per me, soprattutto in un libro di ricette.  Mi piace poter contare su una carta spessa, robusta, che può resistere alle ditate di farina, accogliere schizzi di sugo con nonchalance… almeno con i miei libri di ricette capita questo. Se restano immacolati è perchè non li uso. Poi ha un buon odore ‘cartonato’ (eddai, non mi dite che non annusate i libri!).
Altro dettaglio che mi ha colpito è stata la veste grafica, con grande importanza data alle immagini, che risaltano e valorizzano ogni ricetta. In realtà avevo già avuto modo di apprezzare le foto di Carla nel libro di Annalisa Malerba, Erbe spontanee in tavola, dove la nostra Capretta ha curato appunto le immagini. Inoltre è da tempo che seguo il suo blog e mi ha sempre colpito la cura nella presentazione dei piatti. In questo ricettario però mi è piaciuta ancora di più, per come ha saputo aprire le porte di casa sua, con i suoi gatti, gli attrezzi da giardino… mettendo in luce attimi rubati alla sua quotidianità.

Ecco, questo libro, sfogliandolo, racconta moltissimo di Carla; ogni ricetta infatti è accompagnata da racconti di vita, ricordi particolari suscitati da un ingrediente, aneddoti sull’origine di un piatto, facendo luce su una giovane donna che ama la campagna, cucinare, i gatti e tanto altro.

Di questo libro ho già provato diverse ricette, per esempio quella della TORTA DEL BOSCO, di cui ho condiviso ieri la foto su instagram e FB 🙂 In tanti mi avete chiesto da dove era presa, così eccovi accontentati!!

tortavegan

Ed eccola, nel breve istante in cui era ancora integra…

tortadelbosco

Le ricette sono suddivise in:
COLAZIONI
INSALATE
ZUPPE
PRIMI PIATTI
SECONDI
CONTORNI
PANINI E SNACK
SALSE
DOLCI
BEVANDE

Per un totale di circa 100 ricette vegetali.
E voi, ne avete già addocchiata qualcuna?
Quali sono i vostri ricettari veg preferiti?

4 Comments

  • Serena di Enjoy Life

    27 febbraio 2016 at 12:50

    Avevo già messo questo libro nella mia lista dei preferiti su Macrolibrarsi,in attesa di inserirlo nel prossimo ordine…. dopo la tua recensione non vedo l’ora!
    Anche per me le immagini sono importanti e Manuel Marcuccio come curatore è certo una garanzia!
    La torta è uno spettacolo….che acquolina!
    Baci
    Serena

    Rispondi
  • MARI

    4 marzo 2016 at 15:09

    anche a me è piaciuto molto! mi sono fatta catturare dall’atmosfera delicata e pulita delle immagini agresti e dai piatti deliziosi eppur semplici che Carla regala in questo libro! ma dove te ne vai? cambi solo location o città? son curiosa, lo sai! 😉

    Rispondi

Lascia un commento